Amabili Confini, a Matera lo scrittore Paolo Giordano

L’autore de “La solitudine dei numeri primi”, Paolo Giordano, è arrivato a Matera non solo per presentare il suo ultimo romanzo “Divorare il cielo”, ma soprattutto per dialogare con i cittadini della periferia. Lo scrittore è stato ospite del terzo appuntamento di “Amabili Confini”, il progetto di rigenerazione sociale delle periferie ideato da Francesco Mongiello, con l’obiettivo di stimolare la partecipazione attiva degli abitanti facendone emergere le potenzialità narrative. Che quest’anno, per la sua quarta edizione, ha scelto come tema gli “Orizzonti”. L’incontro si è svolto nell’Aula Magna Don Tonino Bello della Parocchia Maria SS Addolorata, nel cuore di Serra Venerdì. Dove Giordano, prima di parlare del suo libro, ha ascoltato i racconti brevi realizzati dai residenti della Macroarea Spine Bianche/Piccianello/Serra Venerdì, interfacciandosi con gli autori ed esprimendo le proprie considerazioni sul contenuto dei loro scritti, come un vero e proprio “cittadino culturale temporaneo” nella Capitale Europea della Cultura.

Share Button