Il presidente del Consiglio regionale lucano sul progetto “Cittadinanza attiva – Percorso sulla memoria”

“La memoria è identità, ci permette non solo di ricordare ma anche di tramandare usi e costumi e di identificarci come comunità. La memoria ci permette di elaborare i processi storici e costruire nuove basi per il presente e il futuro con maggiore senso civico e consapevolezza. La memoria è come un’immensa biblioteca dalla quale attingere, dove ognuno di noi può trovare grandi insegnamenti di vita e dove le nostre comunità orientano azioni rivolte all’unione e alla cooperazione”. Così, in una nota diffusa dall’ufficio stampa dell’assemblea, il presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, intervenendo al termine del progetto “Cittadinanza attiva – Percorso sulla memoria” promosso dall’assemblea che si è svolto oggi a Potenza. Il tema del progetto è stato “Gli studenti raccontano l’Europa”: hanno partecipato alle attività gli studenti di alcuni istituti scolastici del potentino e del materano. Cicala ha quindi augurato agli studenti di “proseguire questo percorso cercando sempre la verità” e ha “espresso il desiderio di donare ad ogni studente che ha partecipato al progetto di Cittadinanza attiva una copia della Costituzione italiana e dello Statuto della Regione Basilicata”, ovvero “due carte fondamentali – ha concluso Cicala – che tutti dovrebbero possedere”.

Share Button