Un viaggio nell’anima più intima di Matera. E’ il progetto”Atlante delle emozioni delle città”

E’ difficile trovare le parole per raccontare qualcosa di inspiegabile.

Non è una mostra. Non è un’installazione. Potremmo definirlo un viaggio attraverso se stessi. Bisogna chiudere gli occhi e farsi trasportare dalla balena per comprendere atlante delle emozioni delle città un progetto che porta la forma del programma culturale di Matera 2019, ideato e co-prodotto da Teatro dei Sassi, Fondazione Matera Basilicata 2019 e sostenuto dalla BPER Banca. Nascosta al terzo piano della Biblioteca “T.Stigliani” di Matera,il viaggio tra le emozioni dei 400 abitanti della città dei sassi coinvolti, dai 10 agli 80 anni, che hanno raccontato Matera attraverso quei luoghi che hanno suscitato nel tempo un’emozione; quelle sensazioni raccontate e quei sentimenti così delicatamente messi a disposizione della comunità, sono stati raccolti nella pancia della balena de: “La secretissima camera de lo core”, una installazione multisensoriale site specific, dove le memorie degli abitanti prendono vita per raccontare l’anima dei luoghi.Il viaggio si affronta in silenzio per assaporare i suoni della città e per saggiare la vita degli altri; e tra lo stupore dei visitatori abbiamo ascoltato una frase significativa: “Questa è Matera, qui c’è l’essenza della città Capitale Europea della cultura, perché questo è un vero progetto da Capitale”. I viaggiatori, tornati a casa, non riescono ad esprimere tutto quello che hanno visto, perché quello che hanno fatto, altro non è stato che un viaggio dentro la parte più intima di se stessi

Share Button