Città Resilienti. Matera e Modena si fondono grazie alla filosofia

Resilienza. Matera e Modena, conoscono bene questa parola. Dissimili nella posizione geografica ma simili nella voglia di riscatto e nella visione di futuro. Per accorciare le distanze Matera e Modena si incontrano grazie alla filosofia. Dopo l’anteprima della Biennale Democrazia che ogni anno si svolge a Torino, Matera apre le porte a un’altra grande città, Modena. A seguito di un’intesa sottoscritta dalla Fondazione Matera – Basilicata 2019, dal Comune di Modena e da alcuni Comuni della sua provincia, dal 15 al 17 marzo si terrà nella capitale europea della cultura un ricco programma di iniziative che avrà al centro il Festivalfilosofia, punta di diamante delle iniziative culturali della città emiliana Fra i tanti ospiti, Roberto Esposito mostrerà lo statuto del corpo tra politica e tecnica, anche discutendo la sua manipolabilità e disponibilità nei processi lavorativi (sabato 16 marzo, ore 18, Casa Cava), mentre Stefano Micelli farà il punto sul rapporto tra creatività e nuovo artigianato, segnalando il ruolo delle nuove tecnologie (domenica 17 marzo, ore 12, Casa Cava). Nathalie Heinich, per contro, discuterà la riconfigurazione del confine tra lavoro e opera d’arte, evidenziando le trasformazioni che sono avvenute rispetto alla figura dell’artista (domenica 17 marzo, ore 10, Casa Cava). Inoltre la città di Modena ospiterà dalla prossima settimana diverse opere artistica della città di Matera e diversi pannelli informativi sul programma di Matera 2019.

Share Button