Matera, in scena al Gervasio 68 A. D.

“Una grande scommessa che appartiene alla filosofia della Camerata delle Arti che punta su grandi nomi della musica e sul coraggio di declinare una offerta diversificata per il pubblico”. Così su 68 a.d . il padre di Camerata alle Arti, Francesco Zingariello. È andata in scena all auditorium Gervasio L’opera di Nicola Samale, prima assoluta nell’ambito della stagione “Basilicata Opere in atto”.

Una creazione che vede la luce negli anni novanta ma che solo oggi trova concreta realizzazione con la regia di Ivo Guerra, per la seconda volta al lavoro con Camerata delle arti. Assistente alla regia e alla preparazione musicale, Maria Grazia Zingariello. Lo stesso Nicola H. Samale ha diretto l’orchestra. 
In scena un cast di grande rilievo con il Coro Lirico del Bitonto Opera Festival.
Ilaria Cuscianna (Flavia), Mariagrazia de Luca (Poppea), Zizhao Guo (Mundus), Cesare Filiberto Tenuta (Nerone), Gianluca Convertino (Monosimo), Nicola Pisaniello (Tigellino), Lucia Motola (Mitra), Mattia Rossi (Idè).

“Oltre 23 motivi conduttori in puro stile wagneriano – spiega  l’autore – rappresentano la cifra di questa opera buffa che contiene anche una forte satira politica e un linguaggio del tutto particolare”. Dedicata all ultimo anno di vita di Nerone L’opera si sviluppa in due atti e un Epilogo e conta sul libretto del maestro Samale e di Giuseppe Mazzuca, su idea di Marco Catena e musica dello stesso Samale. 

Share Button