Matera 2019, presentata la seconda edizione di Dreamland

Tutto partirà, a suon di musica, da Piazza Vittorio Veneto, alle ore 22:00, con una grande banda, la banda armonica dei Sassi costituita per l’occasione e che parteciperà anche alla cerimonia inaugurale di Matera 2019, che si dividerà in due sezioni: una percorrerà il Sasso Cavesoso, l’altra il Sasso Barisano. Si reincontreanno in Piazza San Pietro intorno alle ore 23 15 circa per il gran concerto finale. Nel mezzo, tradizione e innovazione che rivivranno per la città con l’auspicabile partecipazione dei cittadini. E’ in estrema sintesi quello che succederà sabato 29 settembre a Matera in occasione di Dreamland, l’evento giunto alla sua seconda edizione, su ideazione e direzione artistica di Paolo Irene e con il patrocinio della Fondazione Matera Basilicata 2019. La sezione della banda che si calerà dal Sasso Caveoso, sarà costituita da fiati e sarà diretta dal musicista Claudio Mola, la sezione che percorrerà il Sasso Barisano, sarà formata da 100 cupa cupa ma anche da tamburelli e sarà coordinata da Rino Locantore. Entrambi i cortei saranno accompagnati, inoltre, ognuno, da 5 personaggi in cartapesta, rappresentativi della identità popolare legata alla ruralità, alla magia e al sogno, realizzati da Raffaele Pentasuglia con i supporti in legno di Massimo Casiello. Ognuna delle sfilate porterà con sé tra le mani 500 anelli luminosi per un totale di 1000. Sia le 100 cupa cupa, che saranno suonate dai cittadini, che gli anelli luminosi saranno distribuiti in piazza Vittorio veneto, al momento dello start. Alla fine del percorso la musica e la luce si reincontreranno per il gran concerto di chiusura e sul finale una riproduzione del carro della Bruna entrerà in scena e per portare via tutto e dare l’arrivederci al prossimo anno. Tra gli eventi off che già da oggi 27 settembre partono i laboratori per la cartapesta curati da Claudia Pentasuglia e Giancarlo D’Ercole negli spazi del complesso del Casale.  

Inoltre – ricordano gli organizzatori – gli artisti materani della associazione Capausciuc si occuperanno dei personaggi di Pentasuglia e praticheranno i giochi tradizionali lucani in piazza.

 

 

 

Share Button