Giornate del Cinema Lucano: Sofia Loren regina di Maratea

Maratea. Nella notte stellata dell’ultima serata delle Giornate del Cinema lucano di Maratea è arrivata lei, la stella più luminosa del cinema italiano: Sophia Loren. Acclamata come una diva sì ma come fosse un volto familiare per un pubblico numerosissimo e di tutte le età arrivato a Fiumicello per vedere lei, la Loren, di bianco vestita, non si è sottratta al suo pubblico e ad un fugace saluto a parte della stampa nonostante la folla accalcata.

Sul palco del teatro del mare dell’Hotel Santa Venere Sophia Loren, intervistata dal direttore del Tg1 Andrea Montanari, ha raccontato gli esordi, i due oscar, uno per il film la Ciociara e l’altro alla carriera, ha ricordato il marito, il produttore Carlo Ponti e ha esortato i giovani a lavorare tanto per perfezionarsi in ogni cosa che si intende portare avanti.

La Loren è il simbolo dell’Italia che si rialzava dopo la guerra e poi icona internazionale del cinema italiano dalla forte personalità. Una donna che ha saputo rappresentare il riscatto di un intero Paese che poi ha ben rappresentato. Con queste motivazioni le è stata data, dal sindaco Domenico Cipolla, la cittadinanza onoraria a Maratea oltre che il Premio Internazionale Basilicata.

 

Share Button