Firenze. Migliaia di visitatori apprezzano il presepe lucano di Franco Artese

Sono migliaia i visitatori che dal giorno dell’apertura hanno già visitato il presepe di Franco Artese allestito da Apt Basilicata presso la Basilica di Santo Spirito a Firenze.

Si stimano infatti oltre 15mila presenze solo nell’ultimo week end a cui vanno sommate altre migliaia di presenze dall’inaugurazione avvenuta lo scorso 8 dicembre.

Quest’anno l’Agenzia di Promozione Turistica della Basilicata ha messo in moto una vera e propria “macchina” organizzativa per portare la terra lucana, la sua arte e spiritualità nel capoluogo toscano. Un allestimento, quello del presepe di Artese, da sempre oggetto di attenzione mediatica, questa volta ancora prima dell’inaugurazione ufficiale vera e propria avvenuta il giorno 7.

Stupore questa la parola che più volte è tornata nei commenti e nelle parole non solo della stampa ma anche dei protagonisti della conferenza stampa e dell’inaugurazione. Tra loro Davide Rondoni ha espresso grande apprezzamento nei confronti del presepe che ha sottolineato “non è un “simbolo” ma una narrazione”.

Stesso apprezzamento e senso di gratitudine sono stati espressi anche dal Cardinale Betori che ha ringraziato la Regione Basilicata ed ha commentato “Il presepe continua la modalità narrativa del Vangelo. Il primo messaggio che ci viene dalla narrazione dell’evangelista Luca e dal presepe è l’apprezzamento della vita umana. Che Cristo non solo contempla la nostra vita umana, ma la assume e la condivide in mezzo a noi. E qui abbiamo il mondo della Lucania che viene proposto come modello dell’incarnazione”.

“Gli eventi della Basilicata a Firenze in queste festività – conclude il Direttore generale dell’APT Mariano Schiavone – sono la testimonianza di come la promozione del nostro territorio possa essere rafforzata attraverso azioni capaci di coniugare una visione strategica alla qualità delle attività realizzate. Il presepe di Francesco Artese in particolare, sta offrendo la possibilità di mettere in vetrina arte, tradizione e offerta turistica in un periodo adatto e ad un pubblico attento a questo messaggio. Inoltre Firenze si conferma piazza particolarmente adeguata sia per l’attenzione che sta dimostrando di avere un pubblico non solo di lucani, sia per l’autorevolezza nella storia dell’arte italiana del capoluogo toscano ”

Share Button