Italia paese per viaggiatori. Presentato a Roma il Piano Strategico del Turismo

Si è svolta oggi al palazzo della Farnesina, sede del ministero degli Esteri, la presentazione del piano strategico del turismo 2017-2022 “Italia paese per viaggiatori”.

Alla vigilia dell’iniziativa, Angelino Alfano, che ha partecipato in rappresentanza del Governo insieme al ministro Mibact, Dario Franceschini, ha sottolineato un dato: “L’Italia è il Paese più fotografato su Instagram”.

“Tutti” ha scritto Alfano “vogliono prima o poi recarsi per sperimentare il genuino significato del ‘Vivere all’Italiana’ e ammirare le nostre innumerevoli bellezze”.

Poi il ministro ha snocciolato alcuni numeri: “il turismo vale per l’Italia l’11,8% del PIL e il 12,8% dell’occupazione. Nel 2015, 52 milioni di persone hanno visitato l’Italia, confermatasi così la quinta destinazione al mondo. E’ questo un elemento che ci dà grande soddisfazione, ma che ci pone anche una sfida”.

La sfida è stata raccolta nel corposo documento elaborato dal Mibact con la stessa Farnesina, le Regioni ed Enit che formalizza in un piano pluriennale l’investimento sul versante dell’innovazione, delle tecnologie digitali, della valorizzazione del patrimonio e del territorio, “rimettendo al centro delle politiche nazionali il sistema e l’economia del turismo.”

Una particolare attenzione è riservata alla risoluzione delle problematiche di sostenibilità legate all’accessibilità turistica nei territori maggiormente vulnerabili, anche incoraggiando la mobilità dolce. “Un caso emblematico da questo punto di vista” è scritto nel documento “è certamente Matera eletta Capitale Europea della Cultura 2019. Si tratta di un evento straordinario che vede un ampio coinvolgimento dei territori del Mezzogiorno”.

E proprio con riferimento alla città di Matera che nel documento presentato si prevede la definizione, l’integrazione e la gestione di un programma di comunicazione e promozione anche internazionale.

Nel PST è prevista inoltre la “Valorizzazione e riqualicazione integrata dei paesaggi costieri della Puglia” promossa attraverso la realizzazione di interventi articolati su water front urbani, sulle urbanizzazioni periferiche, sui sistemi dunali, sulle zone umide, sui paesaggi ad alta valenza naturalistica, sui collegamenti con gli entroterra costieri, sulla mobilità dolce.

Ai lavori hanno preso parte Giovanni Lolli, Vice Presidente della Regione Abruzzo e Coordinatore Commissione Turismo e Industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Francesco Palumbo, direttore generale Turismo del MIBACT. Diversi interventi anche da rappresentanti delle Istituzioni, delle imprese e del mondo accademico e culturale, tra i quali Fabio Maria Lazzerini, consigliere ENIT. A chiudere i lavori il ministro Dario Franceschini.

Share Button