Matera. Arriva la neve e il presepe “Dies Natalis” sarà ancora più suggestivo

E’ tutto pronto nei Sassi di Matera per accogliere i visitatori che da giovedì 5 a sabato 7 gennaio, dalle 16 alle 22, affronteranno le basse temperature per visitare il presepe vivente “Dies Natalis – La Natività nei Sassi di Matera”.

Gli organizzatori, infatti, hanno pensato a tutto per ridurre al minimo i disagi di quanti troveranno la neve sulle strade in quei giorni. Sarà una occasione unica e decisamente suggestiva a conferma del successo già ottenuto dal “Dies Natalis” dal giorno dell’apertura.

Oltre 18mila sono i biglietti venduti dal 17 dicembre ad oggi, migliaia anche i contatti registrati sulla pagina facebook del Presepe e sul sito ufficiale www.presepe.matera.it

Le foto sono di Luca Petruzzellis

Messo a punto da Murgiamadre e Bit Movies (legittimi vincitori del bando pubblicato dal Comune di Matera sugli eventi natalizi in Città), in collaborazione con UNPLI Basilicata, Parco della Grancia e Arcidiocesi di Matera-Irsina, col patrocinio del Comune di Matera, il presepe ha portato a Matera visitatori provenienti da ogni parte d’Europa.
150 figuranti al giorno, tra cui numerosi migranti, si alternano per dar vita alla Betlemme dei tempi della nascita di Gesù. Gran parte dei costumi di scena sono stati realizzati dalla Cooperativa “Made in Carcere” e dalle detenute del carcere di Lecce e del Carcere di Trani. Durante il percorso è prevista anche una degustazione di prodotti a km zero.

“Dies Natalis – La Natività nei Sassi di Matera” è un’esperienza unica che combina il valore estetico, spirituale, sociale e storico, resa possibile anche grazie ai volontari e ai partner istituzionali che hanno finora sostenuto questo evento, la Regione Basilicata prima di tutto.

Per informazioni sugli eventi legati al Presepe Vivente, sulla viabilità migliore, sui parcheggi disponibili, sui punti di ristoro e di soccorso, e su tanti altri servizi, è possibile scaricare gratuitamente l’app. ufficiale, InfoSmartCity (www.infosmartcity.it ) realizzata dalla società informatica Macnil Gruppo Zucchetti.

Share Button