Si è conclusa con successo la sesta edizione de “La Congiura dei Baroni” a Miglionico (MT)

Sono ormai sei anni che una piccola cittadina della Provincia di Matera, si sveste dei suoi abiti moderni per indossare quelli medioevali, per rivivere la storia che l’ha vista protagonista nel 1485. Si parla di  Miglionico, dove si è conclusa con successo la rievocazione storica della Congiura dei Baroni.

Una manifestazione a cura dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione Accademia Grandi Eventi, ormai consolidata, che quest’anno è riuscita a evolversi potendosi svolgere in due giornate,13 e 14 di Agosto, e trasportando il turista a vivere due intere giornate in maniera medioevale e ripercorrere il momento storico in cui i baroni del sud Italia nel settembre del 1485 invitarono proprio a Miglionico il Re Ferrante I d’Aragona per stipulare una pace e resettare tutte le avversità; ma poiché il Re venne a sapere della Congiura che i Baroni avevano ideato contro di lui e volendo porre al suo posto, suo figlio: Federico I, decise di accettare le condizioni dei Baroni e riprendersi la rivincita un anno dopo a a Napoli, uccidendo tutti i congiuranti.

Il giorno 13 è stato dedicato al Palio tra i Rioni storici di quartiere e l’intrattenimento tra le vie del centro storico; il cuore della festa è stato il giorno 14 dove prima del maestoso corteo storico, si sono susseguiti una serie di spettacoli di Falconeria, mercatini e laboratori medioevali. Ma l’attesa dei tanti turisti è stata tutta per la parte teatrale recitata dall’attore Sebastiano Somma, che ha interpretato Re Ferrante I d’Aragona.

Ci sono tante rievocazioni storiche in tutto il Sud Italia, ma quella messa su a Miglionico è diversa per la forza della sua storia, per la narrazione e la partecipazione di tutta la cittadinanza di una comunità che anche se così piccola si sta rivelando grande a livello turistico.

Share Button