La storia del rock a Matera con Massimo Cotto e Cristina Donà

rock-bazar-locandinaMatera. Dagli studi radiofonici di Virgin Radio, attraversa due stesure editoriali e poi vive sul palcoscenico: “Rock Bazar” è il titolo dello spettacolo promosso dalla stagione teatrale Teatri Uniti di Basilicata, svoltosi nella serata del 28 gennaio presso il cinema comunale di Matera, a opera di Massimo Cotto e Cristina Donà con l’ausilio del virtuoso chitarrista Alessandro Stefana. Come un ricordo sfocato, Massimo cotto rivive 60 anni dell’intramontabile genere musicale, giocando sulla ideale sacralità acquisita negli anni grazie alle sue personalità e leggende, suddividendo lo spettacolo in dieci capitoli come i dieci comandamenti. A rendere più dolce la sessione teatrale-acustica,la cantautrice Cristina Donà,che ha incorniciato la serata con i testi più famosi delle leggende del Rock and Roll. Particolarmente toccanti gli omaggi a David Bowie ed il ricordo del concerto di Bob Dylan a Bologna dinanzi a Giovanni Paolo II durante il Congresso Eucaristico che lo stesso Cotto raccontò per RadioRai perchè nel Rock Bazar si vendono, mai separate, storie e canzoni, grandi miti e ancora più grandi emozioni. Particolarmente apprezzata Cristina Donà, uno dei talenti più cristallini e influenti emersi dalla scena musicale italiana che al pubblico materano, presente con anima e cuore per riprendere le sue parole pubblicate su Facebook, ha concesso anche alcuni bis con i suoi brani più conosciuti. E a proposito di Matera la Donà scrive: “Una città che sussurra poesia”.

Share Button