Teatro: omaggio a Josè Ortega, l’uomo della Mancha a Matera. Sarà rappresentato il 29 dicembre al Teatro Comunale

OrtegaMATERA – Ricordi, contributi, esperienze dell’attivit artistica, di impegno culturale, sociale e in difesa della libert, dello spagnolo Josè Ortega caratterizzeranno ”Matera e l’uomo della Mancha”, realizzato dal Centro di cultura teatrale Skenè. Il lavoro, che sarà rappresentato il 29 dicembre presso il Cine Teatro Comunale, stato illustrato nel corso di una conferenza stampa dal regista Lello Chiacchio e da Arturo Catenacci, che ne ha curato il testo. Realizzato in 12 ”quadri” scenici, il lavoro teatrale ripropone la testimonianza e l’impegno dell’artista a cominciare dall’adolescenza, quando realizz murales libertari e contro il regime franchista, che lo portarono negli anni Settanta all’esilio dapprima a Parigi, poi a Roma e a Matera dove conobbe i ”giovani” del circolo La Scaletta. Durante quella esperienza si confront con l’artigianato locale della cartapesta e del tufo e si ciment nella produzione di bassorilievi e di altre opere, oggi esposte nei Sassi nel laboratorio di arti applicate denominato ”Casa di Ortega”. ”Matera e l’uomo della Mancha” si distingue per la originalit della formula con recitazione, proiezione di filmati d’epoca, musiche e canzoni della resistenza come ”El Quinto Regimiento”, corredate da scenografie e balletti,ricordi di personaggi come Pablo Picasso, Raphael Alberti, Nino Epifania, Giuseppe Mitarotonda, che ebbero un ruolo importante nella vita di Ortega che si stabil a Bosco (Avellino) fino alla morte. ”Ortega – ha sottolineato Chiacchio – consider Matera come la sua seconda patria, la Mancha, e questo contribu a integrare il rapporto tra due esperienze e due civilt mediterranee”.

Share Button