A San Paolo Albanese (PZ) una due giorni con le comunità Arbëreshe di tutta Italia

Il 17 e il 18 ottobre al Centro Culturale Banxhurna

San Paolo Albanese (maggio 2015)Il Comune di San Paolo Albanese, infatti, d’intesa e in collaborazione con il Comune di San Costantino Albanese, ospiterà sabato 17 e domenica 18 ottobre 2015, presso il Centro culturale polivalente Banxhurna di San Paolo Albanese, due giornate di studio e di conoscenza reciproca di tutte le comunità arbëreshe, quale momento fondativo di una rete tra le comunità arbëreshe e con l’Albania. Una vera e propria conferenza programmatica dedicata alle minoranze etnico linguistiche.

Il programma prevede una prima accoglienza alle 9,30, con la registrazione dei partecipanti e via via, nelle due giornate, attività di confronto, di studio e di approfondimenti che culmineranno, nella mattinata di domenica, nell’approvazione della “Carta di Intenti” e dello “Statuto” dell’Assemblea Generale e la nomina di un Comitato di rappresentanza delle Comunità Arbëreshe.

Molti, tra l’altro, gli appuntamenti che saranno tesi alla valorizzazione dell’immenso patrimonio di cultura e tradizioni presenti nella comunità che ospita questo grande evento. Tra questi, sabato pomeriggio a partire dalle 17,30, è prevista la rappresentazione del matrimonio arbëresh nella tradizione di San Paolo Albanese.

In Italia esistono circa 50 comuni arbëreshe che fanno contare oltre 100mila abitanti. Si tratta di vere e proprie isole linguistiche tutelate dalla Costituzione (art. 6) e dalla legge 482 del 1999. La particolarità delle minoranze linguistica arbëreshe è che sono dislocate in diverse regioni italiane e si trovano, spesso, molto distanti tra loro. In particolare le regioni che ospitano le comunità arbëreshe sono 7: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia.

Ma cosa vuol dire essere arbëresh oggi e appartenere all’etnia degli albanesi che vennero in Italia 500 anni fa, mentre gli Ottomani occupavano l’Albania, la Grecia, la Macedonia? Che cosa significa essere cittadini e cittadine della Arbëria, italiani ed europei? Quale forma di rappresentanza è necessaria per tali comunità?
Infine, quale è il legame attuale con l’Albania, che ha recentemente chiesto di entrare in Europa, e in che modo questa relazione può facilitare il processo di coesione europea? Saranno questi alcuni dei temi affrontati nel corso dei dibattiti.

Di seguito, nel dettaglio, l’elenco dei rappresentanti istituzionali e del mondo della ricerca che prenderanno parte alla due giorni:

Anna Santamaria, Sindaco di San Paolo Albanese
Rosamaria Busicchio, Sindaco di San Costantino Albanese
Aldo Berlinguer, Assessore all’Ambiente, Territorio, Infrastrutture della Regione Basilicata
Rosella Blumetti, Ricercatrice
Annibale Formica, Presidente del Museo della Cultura Arbëreshe
Ferdinando Mirizzi, UNIBAS, Direttore del Dipartimento delle culture europee e del mediterraneo (DICEM)
Neritan Ceka, Ambasciatore di Albania in Italia
Papàs Pietro Lanza, Vicario Generale dell’Eparchia di Lungro
Alberto Versace, Presidente del Comitato di Coordinamento Sensi Contemporanei
Giampiero Perri, Direttore Generale dell’ APT Basilicata
Luigi Berlinguer, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), Presidente dei comitati di nuova istituzione per la diffusione della musica e cultura scientifica e tecnologica nelle scuole superiori
Francesca Barracciu, Sottosegretaria del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT)
Patrizia Del Puente, UNIBAS, Docente, Dipartimento Scienze Umane
Domenico Morelli, Presidente del Comitato federativo delle lingue minoritarie (Confemili)
Pasquale Scutari, Cultore della lingua arbëreshe, San Costantino Albanese
Maria Francesca Camodeca, Dirigente Scolastico dell’Istituto Omnicomprensivo di Frascineto
Pasquale Menchise, Direttore d’orchestra e Compositore
Aki Nuredini, Esperto di cultura albanese
Pietro Abitante, Studioso di albanofonia, San Paolo Albanese
Maddalena Scutari, Linguista, San Costantino Albanese
Patrizia Minardi, Dirigente Regione Basilicata – Dipartimento Presidenza – Ufficio Sistemi Culturali e Turistici. Cooperazione Internazionale
Nicola Scaldaferri, UNIMI, Docente, Dipartimento di beni culturali e ambientali
Marcello Pittella, Presidente della Giunta Regionale di Basilicata
Vito De Filippo, Sottosegretario del Ministero della Salute

Si allega programma dettagliato

Share Button