L’albero della cuccagna, mostra lucana in ambito Expo 2015

L'Albero della Cuccagna - PotenzaIl museo quale luogo del divertimento, evidenziato dalla rappresentazione iconografica dell’abbondanza italiana: l’albero della cuccagna. E’ quanto realizzato in modalità diffusa da nord a sud del Paese, per celebrare l’EXPO di Milano, grazie alla creatività di 40 nomi di richiamo nazionale ed internazionale.

Dal titolo “Nutrimenti d’arte”, il progetto è ispirato dal critico Achille Bonito Oliva, il quale ha voluto rifarsi ad un simbolo di lunga tradizione e che rimanda alla memoria popolare, forte del senso di comunità e di partecipazione dei territori.

Inaugurate lo scorso settembre e fruibili al pubblico fino al prossimo 31 ottobre, le istallazioni ambientali sono sparse tra gallerie e fondazioni pubbliche e private. In Basilicata, gli artisti chiamati a dare un tocco personale sono Tomaso De Luca a Potenza ed Elisabetta Benassi a Matera. Il primo, giovane innovativo, ha vissuto per un lungo periodo nel Rione Santa Maria del capoluogo prima di immergersi nel Museo Archeologico Provinciale. Nelle immagini, il patio al centro della struttura, dove il visitatore percorre “Una Stanza Tutta per Sé” con frasi tratte dall’omonimo saggio dell’autrice inglese Virginia Woolf.

Diretti e naturali. Elementi d’unione senza età. Le mostra di Potenza e quella allestita nella parte storica della città dei Sassi sono chiaramente un richiamo universale, reso possibile da Visioni Future e grazie al suo presidente Cataldo Colella. Gli eventi, come nel resto d’Italia, godono del patrocinio di EXPO 2015 in collaborazione con il Programma sperimentale per la cultura Sensi Contemporanei dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e del Mibact.

Share Button