Mostra del Cinema a Venezia: menzione speciale alla Lucana Film Commission al Premio Starlight

Screenshot-2015-09-02-10.40.55-300x189MATERA – Menzione speciale per la Lucana Film Commission a Venezia al Premio Internazionale Starlight Cinema ospitato all’interno della 72Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Il riconoscimento, con il patrocinio del Corpo Diplomatico, si pone l’obiettivo di valorizzare i talenti del cinema di tutto il mondo, con particolare attenzione agli attori emergenti; è sostenuto da una Academy tutta al femminile di giornaliste e critiche cinematografiche dei maggiori media italiani. I membri sono: Alessandra De Luca, Titta Fiore, Alessandra Magliaro, Cristiana Paternò, Marta Perego, Angela Prudenzi, Barbara Righini. Il premio alla carriera è andato a Lina Wertmuller, candidata a due premi Oscar nel 1977 perPasqualino Settebellezze. Fu la prima donna a ricevere una nomination per gli Academy Awards nelle vesti di regista. Il “Racconto dei Racconti” di Matteo Garrone è stato eletto miglior film mentre gli attori rivelazione dell’anno sono Silvia D’Amico e Giovanni Anzaldo.

Intanto la Basilicata, ed in particolare Matera, è stata protagonista a Venezia anche per la proiezione della versione restaurata de “La Lupa”; l’opera di Lattuada del 1952 è stato il primo film di finzione ad essere girato nei Sassi quando erano ancora abitati da numerosi residenti chiamati  in gran numero a recitare il ruolo di comparse mettendo in scena la loro veristica povertà.

A sceglierlo nella sezione Venezia Classici il Leone d’oro Bertrand Tavernier, che ha voluto inserirlo – unito titolo italiano – nella carta bianca dei suoi “film della vita”.
Grazie alla collaborazione tra Cineteca nazionale, Lucana film Commission, Sensi contemporanei-Cinema e Apt Basilicata la versione restaurata de “La Lupa” di Alberto Lattuada è approdata, quindi, alla

Mostra internazionale del cinema, ma il film sarà proiettato anche a Matera; è in cantiere, poi, il progetto di recuperare le numerose foto di scena scattate da Federico Patellani per potere allestire una mostra tematica sul primo capolavoro cinematografico girato nella Città dei Sassi.

Approfondimento su TRM h24

Share Button