Il Vicinato, evento nei Sassi tra piatti tipici e musica tradizionale

vicinato_2015FBMatera. Il Vicinato, il palcoscenico della vita quotidiana nei Sassi.

Nella vecchia Matera l’ insieme di case che si affacciavano sullo stesso spazio era un elemento urbano di fondamentale importanza nell’organizzazione della vita domestica e sociale.

Oltre a costituire un mezzo di trasmissione culturale, si poneva come garante di solidarietà umana e di aiuto reciproco, basato su rispetto, solidarietà e coinvolgimento.

I Sassi di un tempo non erano, quindi, solo degrado e vergogna.

Una serata nel Vicinato tra piatti tipici, musica popolare, abiti della tradizione, oggetti e suppellettili d’epoca è stata organizzata ieri sera in via D’Addozio su iniziativa di Nicola D’Imperio del Circolo “Casa D’Imperio” e di Erminia D’Adamo, fondatrice del gruppo de La Martella “Ieri, oggi e domani”. Alla ricostruzione del vicinato hanno collaborato il Sax Cafè, la Casa Grotta “C’era una volta” ed il Museo della Civiltà Contadina di via Fiorentini e “La storica Casa Grotta” di Vico Solitario.

Il Gruppo “Ieri, oggi e domani”, grazie all’opera volontaria di alcune “massaie”, ha preparato per l’occasione cavatelli e orecchiette. Dieci chili di pasta fatta in casa condita con il ragù alla materana e offerta al pubblico. Il casaro Giuseppe Vallarelli ha preparato invece le mozzarelline tipiche della zona. Il tutto accompagnato dalla musica folk di Franco Duni, Peppino Larato ed Espedito Pozzuoli .

L’evento ha permesso al pubblico di visitare anche la mostra del pittore olandese Twan Kuhlmann, allestita nella Casa d’Imperio e di ammirare la scultura in ferro “Matera 2019” del maestro Peppino Arena.

 

 

Share Button