Potenza. Biblioteca Nazionale ospita la mostra “Le corazze dell’anima”

Le Corazze dell'animaPOTENZA – Corazze d’argilla a difesa della persona, usate per nascondere anche la profondità dell’essere. Come i corpetti indossati dalla poetessa messicana Frida Kahlo per proteggere le fratture alla colonna vertebrale a seguito di un grave incidente e che l’hanno accompagnata lungo uno straordinario percorso artistico anticonvenzionale.

Nasce in nome di questa figura la mostra di Giustina Piglia dal titolo “Le corazze dell’anima”, aperta fino al prossimo 2 maggio ed inaugurata ieri sera a Potenza presso la Biblioteca Nazionale. A promuovere l’evento, l’associazione Le Ali di Frida, costituitasi di recente nel capoluogo con l’obiettivo di promuovere, sostenere e valorizzare il patrimonio di risorse umane. Al centro, busti, maschere e frasi, nei quali la ceramista napoletana ma melfitana d’adozione, esprime un personale tratto distintivo.

Nel corso della serata, aperta da una intensa lettura dell’attrice Isabella Urbano, la presidente dell’associazione Franca Coppola ha parlato delle prossime iniziative, volte a valorizzare la bellezza ambientale e culturale presente sul territorio e, in particolar modo, quelle risorse che hanno scarsa visibilità, possibilità di manifestarsi o opportunità di essere apprezzate.

Da una parte, l’interesse e sensibilità nei confronti di talenti spesso nascosti o sconosciuti al grande pubblico, dall’altra, attenzione e cura di ciò che ci circonda ma che spesso non si è in grado di riconoscere perché oscurato da degrado o banalizzato e ignorato.

Share Button