Il “viaggio della memoria” ad Auschwitz e Birkenau di una folta delegazione di studenti lucani

Studenti lucani a CracoviaPOTENZA – A commentare l’iniziativa è il presidente del Consiglio Regionale Piero Lacorazza: “questo Viaggio della Memoria per la Basilicata assume un valore particolare perché nel 2019 Matera sarà capitale europea della cultura e la cultura si alimenta della storia, della memoria e delle radici dalle quali è nato l’albero della libertà e della democrazia, l’Europa della pace. Perché quell’orrore non accada mai più, oggi, occorre soprattutto il dialogo tra culture, religioni, etnie diverse e Matera, la Basilicata, l’Italia devono rappresentare soprattutto questo”.

Insieme a Lacorazza anche gli altri due componenti dell’ufficio di Presidenza – Paolo Galante e Paolo Castelluccio – hanno viaggiato per raggiungere con gli studenti i luoghi emblematici dell’Olocausto, Auschwitz e Birkenau.

Si tratta di un progetto delle ragazze e dei ragazzi dell’Iis Enrico Fermi di Muro Lucano vincitori, con una ricerca su “Gli ebrei internati in Basilicata”, del concorso promosso dal Consiglio regionale su “Il racconto della Shoah anche nella memoria della Basilicata”.

Lo striscione degli studenti in visita a Birkenau

Lo striscione degli studenti in visita a Birkenau

“Quest’anno al Viaggio della Memoria” ha commentato il presidente Lacorazza “ha partecipato la più grande delegazione studentesca che si sia mai vista, con circa 500 partecipanti, fra cui studenti lucani e quelli del Lazio accompagnati dal presidente Zingaretti. E non è un caso dal momento che Auschwitz fu liberata il 27 gennaio 1945 e quindi questo è il viaggio del settantesimo anniversario”.

La delegazione lucana ha visitato la parte ebraica della città di Cracovia: la Sinagoga Tempel, l’antico quartiere di Kazemierz, la Sinagoga Remu e lo storico cimitero annesso, il ghetto istituito nel 1941 dai nazisti nel quartiere Podgorze, l’edificio utilizzato dai persecutori per tenere i figli dei prigionieri-lavoratori ebrei.

A Birkenau invece la visita guidata del campo con la Bahnrampe, il Krematorium II, la Zentralsauna, il Kanada, il Fraulenlager, il Block 16° (Kinderblock), il campo di Quarantena. Visita anche al campo di Auschwitz I e al Museo annesso, con il Block 4 e 5 con gli oggetti degli ebrei deportati, il Block 11,le celle di punizione, il Cortile Block 10, il muro della morte, il Krematorium I.

Share Button