Potenza, 40 anni di archeologia: cerimonia per Antonio De Siena

Antonio De Siena - Soprintendente per i Beni Archeologici della Basilicata

Antonio De Siena – Soprintendente per i Beni Archeologici della Basilicata

Ieri pomeriggio al Teatro Stabile di Potenza, cerimonia in onore di Antonio De Siena, al termine di 40 anni di carriera che l’hanno portato ad essere punto di riferimento per l’archeologia lucana.

L’evento, con partecipazione dei suoi predecessori e di personalità istituzionali, è stato voluto dal circolo culturale “Silvio Spaventa Filippi”, dalla Soprintendenza per i beni archeologici di Basilicata, dal Comune di Potenza, dalla Fidapa BPW Italy sezione di Potenza e dal Rotary Club Potenza Torre Guevara. Un insieme di realtà che ha voluto salutare il professionista e sottolineare il grande lavoro profuso nella riscoperta dei vari tesori sul territorio, che ebbe inizio già negli anni 60’, tempo in la Basilicata conobbe il grande archeologo rumeno Dinu Adamesteanu.

“C’è ancora molto da fare – ha dichiarato De Siena ai nostri microfoni – mi auguro che l’intesa attività di valorizzazione della nostra storia porti ad una maggiore conoscenza e consapevolezza soprattutto nelle nuove generazioni.” “L’auspicio – ha aggiunto – è di non rovinare i tesori ritrovati ed anzi portarli al grande pubblico delle platee mondiali.”

Tra gli intervenuti sul palco: Santino Bonsera, presidente del circolo Spaventa Filippi, , del Presidente del Consiglio regionale Piero Lacorazza, di Elena Lattanzi e Angelo Bottini, già Soprintendenti per i Beni archeologici della Basilicata, e di Massimo Osanna, affermatosi in Regione e divenuto di recente Soprintendente per i Beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia.

Share Button