Ecoc 2019. I componenti della giuria che esaminerà le candidature delle città italiane

Alcuni membri della Giuria durante la visita dello scorso 7 ottobre

Alcuni membri della Giuria durante la visita dello scorso 7 ottobre

Diffusi i nomi dei componenti la giuria incaricata di esaminare le candidature delle città italiane che concorrono per l’assegnazione del titolo di Capitale Europea della Cultura 2019.

Tra i qualificati professionisti, italiani ed internazionali, anche parte componenti della giuria che ha visitato la città di Matera lo scorso 7 ottobre (l’italiano Paolo Dalla Sega, l’estone Anu Kivilo e lo spagnolo Jordi Pardo) insieme ad alcuni altri che hanno preso parte alla fase di “pre-selezione” delle città italiane nel novembre dello scorso anno.

Si tratta di Suzana Žilič Fišer (Slovenia), docente universitaria e direttore generale dell’istituto Maribor 2012 capitale europea della cultura; Steve Green (Regno Unito) esperto di politiche culturali e di reti a livello europeo, ex British Council; Ulrich Fuchs (Germania) Vice-Direttore del progetto Marsiglia Capitale europea della Cultura; Jordi Pardo (Spagna) Fondatore e coordinatore scientifico del Cultural Lab al Barcelona Media- Innovation Centre; Elisabeth Vitouch (Austria) che rappresenta la commissione “Cultura e istruzione” del Comitato delle regioni ed è membro dell’amministrazione cittadina di Vienna; Anu Kivilo (Estonia) direttore dell’Arvo Part Centre; Norbert Riedl (Austria) Capo del Dipartimento degli affari culturali bi e multilaterali presso il Ministero federale austriaco dell’istruzione, delle arti e della cultura.

I membri italiani della giuria sono: Lorenza Bolelli, architetto con indirizzo storico e del restauro. Specializzata in urbanistica e successivamente in comunicazione e marketing istituzionale per la Pubblica Amministrazione; Gerardo Casale, Art director all’Istituto dell’Enciclopedia Italiana
, Paolo Dalla Sega, Docente a contratto nel dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo dell’Università Cattolica, project consultant ed ex Formez; Emma Giammattei, Storica della letteratura, Preside della Facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli; Alessandro Hinna, docente all’Università di Tor Vergata, economista della cultura e del non profit e Francesco Manacorda, Direttore Tate Liverpool.