Matera, conclusi i festeggiamenti in onore di Sant’Eustachio

sant'eustachioMATERA – Per le strade del centro storico di Matera sono stati migliaia i fedeli che hanno partecipato alla processione della statua di Sant’Eustachio, evento conclusivo delle celebrazioni religiose per il santo patrono.

Fede e devozione, elementi che non sono mancati in questa occasione; una festa religiosa che è tornata a riproporsi nel segno della tradizione grazie all’impegno del Comitato Festeggiamenti di Maria SS della Bruna, presieduto da Mimì Andrisani, incaricato dell’organizzazione.

Festeggiamenti che hanno preso il via giovedì 11 settembre con la Novena e che grazie ad un programma ampio e variegato, tra celebrazioni liturgiche ed eventi culturali, ha riunito i cittadini, rinnovando il senso di appartenenza ad una comunità.

Oltre al Solenne Novenario diversi sono stati gli appuntamenti nella chiesa di San Francesco d’Assisi, come il rinnovo delle promesse matrimoniali nel 25esimo e 50esimo anniversario, l’affidamento ai bambini di nome Eustachio, l’ordinazione presbiterale del Padre rogazionista Ande Gebrehiwet e l’accensione della lampada votiva.

Rinviata a data da destinarsi, causa maltempo, l’esibizione delle Torri Umane di Irsina, tra le manifestazioni culturali il concerto della Melody Orchestra in piazza San Giovanni giovedì scorso.

Chiusura col “botto” ieri sera al Parco del Castello con uno spettacolo di fuochi piromusicali sulle note di successi internazionali che ha lasciato letteralmente estasiato il pubblico.

Share Button