"L’Osservatore romano " sul "Vangelo " di Pasolini: "è forse la migliore opera su Gesù nella storia del cinema "

vangelo“Il vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini è “forse la migliore opera su Gesù nella storia del cinema”. Sono le parole di Emilio Ranzato, giornalista de “L’Osservatore romano”, tratte da un articolo pubblicato lunedì scorso dall’organo di stampa ufficiale del Vaticano. “Sicuramente – aggiunge l’autore – è quello in cui la sua parola risuona più fluida, aerea e insieme stentorea. Scolpita nella spoglia pietra come i migliori momenti del cinema pasoliniano”. Un’affermazione carica di significato, che è stata ripresa da tantissimi organi di stampa nazionali e che abbiamo commentato col direttore della Lucana film commission, Paride Leporace. “Sono parole significative – ha dichiarato ai nostri microfoni – ma non parlerei di rivalutazione dell’opera pasoliniana da parte della Chiesa poiché, già quando uscì, il film fu largamente apprezzato negli ambienti ecclesiastici. Oggi, piuttosto – ha proseguito Leporace – si può dire che si è raggiunto il pieno accordo su questa opinione e che Matera, con le iniziative mirate a celebrare la figura di Pasolini nel cinquantenario del Vangelo, ha avuto una grande intuizione, soprattutto nel solco della candidatura a Capitale europea della Cultura nel 2019”.

Share Button