Gezziamoci. Edizione numero 27, e il festival diventa itinerante

Gezziamoci 2014MATERA – Concerti, laboratori, scambi culturali alla scoperta di centri e luoghi suggestivi della Basilicata con il festival del Jazz ”Gezziamoci”, promosso dall’Onyx jazz club di Matera, che per la prima volta diventa itinerante.

La manifestazione, giunta alla 27esima edizione, è stata illustrata oggi nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il presidente dell’Onyx jazz club, Luigi Esposito, il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, e il presidente del Parco della Murgia materana, Pierfrancesco Pellecchia.

Il Gezziamoci comincerà il 18 luglio a Melfi con un laboratorio di voce di Irene Robbins e un concerto di Stream Duo. Prevede 21 date con 31 appuntamenti e si concluderà a Senise, il 5 ottobre, con il concerto dei Balca Bandanica. Tra luglio e agosto, la ”Casa Cava” di Matera ospiterà i laboratori e workshop e una residenza d’artista, nell’ambito del progetto regionale ”Residenze artistiche in Basilicata”. Joe Johnson, un sound designer newyorkese e Luca Moroni, un artista multimediale, realizzeranno un’opera musicale e una installazione interattiva dedicate alla città di Matera. Il Gezziamoci vedrà anche un gemellaggio culturale con gli artisti brasiliani del ”Brasilicatatour” e momenti suggestivi come il concerto all’alba, il 17 agosto nella chiesa rupestre della Madonna delle Vergini, o visite a palazzi, castelli e chiostri con concerti a tema. Alla rete del Gezziamoci, hanno aderito Matera, Brienza, Castelmezzano, Castronuovo Sant’Andrea, Grassano, Irsina, Latronico, Melfi, Palazzo San Gervasio, Pietrapertosa, Rotondella, Senise, Tito, Parco Nazionale Appennino Lucano,Parco Nazionale del Pollino, Parco Murgia Materana. Nella locandina del Gezziamoci campeggia il volto di una anziana contadina con un canestro coperto di cose buone, pronte ad essere assaporate e scoperte con le serate del festival.

Share Button