Antonio Andrisani e Vito Cea spopolano ancora in rete con “Se Altamura avesse i Sassi”

Se Altamura avesse i SassiMATERA – Tutti credevano che la “boutade” si esaurisse in una trilogia. Tre è il numero perfetto e poi la trilogia ha esempi illustri nel cinema e di cinema Antonio Andrisani e Vito Cea se ne intendono, figuriamoci se ai due si aggiunge poi Paolo Tritto.

Ma quei tre “Se Matera avesse…”, dal mare alle montagne fino all’ultimo capitolo, ognuno dentro di se un po’ lo sperava, non potevano finire così, perché sono stati talmente esilaranti e veri da diventare un esempio riuscito di satira tradizionale: irridente, agrodolce, accorata, tutta incentrata su Matera e i materani, una radiografia perfetta dei vizi e delle virtù di una comunità e di una certa smania di separatismo a est, verso la Puglia, generata dalla paventata soppressione delle Province. E la rete ha apprezzato in modo massiccio, premiando con decine di migliaia di visualizzazioni le clip su YouTube.
E così Andrisani e Tritto hanno ripreso la penna e si sono rimessi a scrivere, poi sono tornati a vestire i panni dei protagonisti di questo “serial di casa nostra”, ovviamente con Cea dietro la macchina da presa, per “Se Altamura avesse i Sassi”.

Ma la prospettiva in questo casa si ribalta, con una giovane altamurana, interpretata da Claudia Cosmo, che sostiene un colloquio con l’impietoso presidente della “Sassoform”, società che si occupa di corsi di formazione sulla “materanità”, interpretato da Andrisani, al fine di chiedere asilo alla città dei Sassi. Da leone forte delle sue qualità, però, il formatore, assistito da un irresistibile segretario, interpretato da Tritto, diventa ben presto il formato, messo alle strette da una aspirante materana che si rivela più arguta di quanto pensasse, che gli ricorda “l’identità” e “l’orgoglio” si misurano anche con la capacità di riconoscere i propri difetti altrimenti i traguardi, Matera 2019 compreso, si allontanano anziché avvicinarsi.

E le 8 mila visualizzazioni in pochissimi giorni dalla pubblicazione sul canale YouTube di Rvm Broadcast lasciano intendere che il messaggio è passato. Occorrerebbe capire se sia stato anche recepito. Ecco perché forse è lecito attendersi un nuovo capitolo.

Share Button