Borgo Pianello “InVita”, unione dei giovani di Muro Lucano per l’evento enogastronomico dell’estate

Schermata 2013-08-03 alle 09.34.02MURO LUCANO – Basta un istante per lasciarsi andare. Volgendo lo sguardo, al calar del sole, verso la punta estrema dove domina il castello costruito prima del IX secolo, il gioco di colori è ammaliante. Al di sotto, l’insediamento originario, quel borgo denominato Pianello che è arrampicato sul crinale e che va rapido verso valle, da dove poi la città di Muro Lucano ha iniziato ad espandersi nel tempo.

In questo suggestivo groviglio di stretti sentieri, scalette e casine, l’Associazione Muro InVita ha organizzato un intero finesettimana, da venerdì 2 a domenica 4 agosto, con l’evento Borgo InVita: ricco di arte, cultura, musica ed enogastronomia.

Il Pianello è stato strutturato in percorsi ad ingresso gratuito. Per la sua ubicazione in saliscendi, le varie indicazioni guidano il visitatore alla scoperta di laboratori, stand espositivi e prodotti locali. Durante il pomeriggio, inoltre, alcuni soci ed i ragazzi del progetto Servizio Civile parlano della storia del Borgo e del Santo Gerardo Maiella – figura religiosa di primo piano anche dell’intero meridione. Un giro che non solo ne rivaluta le origini ma che lo fa vivere con grande stupore a 360°. Anche di chi, a dispetto dei natali, si trova a vivere un’esperienza lontana dalla quotidianità e che non permette di conoscerne le peculiarità fondanti.
“Ci siamo armati di tanta buona volontà – ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Borgo InVita Maurizio Cardone – anche portando a spalla tutti i materiali affinché il Borgo Pianello fosse perfetto per l’evento. Crediamo nella nostra realtà e puntiamo ad iniziative che siano portatrici di messaggi sani, vedi le giornate dedicate allo sport tenute nelle settimane scorse. L’invito è a partecipare anche dai centri limitrofi ed apprezzare lo sforzo di chi vuole far crescere le nostre comunità.”

Le serate sono una riscoperta semplice e fedele alla storia. A portare allegria ci pensa il Clown Gionni insieme alla sua banda musicale, il resto è dato dai sorrisi di grandi e piccini – muresi e non – che si riappropriano di uno scorcio del territorio, vestito a festa.

Il borgo è più “InVita” che mai. Ottima proposta estiva, riuscita grazie all’impegno dei tanti giovani di Muro Lucano desiderosi di operare in sinergia.

Share Button