Il Poeta ingegnere in mostra a Potenza

SinisgalliPOTENZA – Semplicemente Il Poeta Ingegnere o il Poeta delle due muse, per la sua innata capacità di far convivere nelle sue opere la cultura umanistica e la cultura scientifica. È Leonardo Sinisgalli, originario di Montemurro, dove nacque nel 1908. Sinisgalli apparteneva alla generazione inquieta dei Montale, dei Moravia, dei Pavese e dei Vittorini, coi quali condivise la formazione negli anni duri del fascismo e l’angoscioso travaglio intellettuale dettato dalle difficoltà di un’epoca che fu essenzialmente di cambiamento. In omoggio alla sua figura, di poeta, matematico ed ingegnere, è stata inaugurata ieri a Potenza, all’interno della biblioteca nazionale, la mostra documentaria “La forgia di Sinisgalli. Tra l’incudine dei documenti e il martello delle idee”, organizzata in collaborazione con la Fondazione che porta il suo nome. Nella sala delle mostre è possibile ammirare, tra l’altro, la mostra fotografica di Raffaele Luongo: Lucania, Paesaggi Di Versi; la raccolta dei manoscritti di Sinisgalli, della Biblioteca Nazionale, trascritti ed analizzati da Sara Possidente, ma anche la macchina da scrivere di Sinisgalli, la scrivania, libri, riviste e manoscritti. L’esposizione prova a raccontare i mille interessi (la poesia, la pubblicità, la narrativa, il cinema documentario, la pubblicità, la matematica, il design e il disegno) e la complessa ed eclettica personalità di Leonardo Sinisgalli, artista dalla “intelligenza fuori dal comune”. La mostra rimarrà aperta fino al prossimo 5 maggio .

 

Share Button