Chiusa la terza edizione del Presepe Vivente nei Sassi

Matera. Matera e la magia del Presepe Vivente. Un’esperienza senza pari con il visitatore parte integrante di uno spettacolo unico.  L’atmosfera di una volta fatta di mille odori, sapori e intenso lavoro . Tessitrici, falegnami, fabbri e pastori. Un tuffo in un passato ormai lontano con la reinterpretazione di vecchi mestieri, delle antiche tradizioni popolari e della sacra nascita di Gesù. Cala il sipario sulla terza edizione del presepe vivente nei Sassi di Matera; oltre ventimila i visitatori che dal 27 al 30 dicembre lo hanno ammirato. Molti i turisti delle zone limitrofe ma anche tanti stranieri. Anche quest’anno sono stati i volontari delle Pro Loco d’Italia, coordinate da quella lucana, i protagonisti della rappresentazione. Circa 250 i figuranti che ogni giorno si sono passati il testimone; con passione e impegno volontario hanno riproposto eventi e luoghi della Palestina di più di duemila anni fa. Fede e tradizioni insieme in uno scenario incantato, creato per trasmettere  un Messaggio di pace, ma anche di cultura e di saperi che non possiamo e non dobbiamo dimenticare. L’evento è stato promosso da Luca Prisco di Matera Convention Bureau con le associazione di categoria, l’ente parco della murgia materana, il patrocinio delle istituzioni locali e la collaborazione di aziende private. La macchina organizzativa ha funzionato e già si pensa all’edizione 2013 con un altro Guinnes World Record da raggiungere ,dopo quello del 2010: il presepe vivente dei bambini più grande del mondo.

Share Button