Inaugurata a Roma la mostra " Basilicata tradizioni, arte e fede"

Matera. Feste devozionali in città e in provincia, riti religiosi, manifatture di
artisti e artigiani realizzate per le manifestazioni locali, cortei a cavallo, antiche statue della Madonna, costumi tradizionali, documenti. Non solo: “Quest’anno nel Presepe in Vaticano ci sono i nostri Sassi”, recita la locandina di presentazione. Due eventi porteranno, infatti, la regione Basilicata a Roma, in Piazza San Pietro: il giorno della Vigilia di Natale sarà inaugurato il Presepe
artistico del Maestro Artese ambientato tra i Sassi di Matera, con cui la regione farà omaggio al Santo Padre e, a partire dalle 18.30 di oggi e fino al 3 febbraio 2013, il Braccio di Carlo Magno, quella porzione di porticato di Gian Lorenzo Bernini abitualmente usata per mostre d’arte o di archeologia, ospiterà la civiltà artistica, i tesori della storia e del paesaggio lucani con l’esposizione “Basilicata tradizioni, arte e fede”. Curata dall’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata e dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, la mostra delinea l’identità di una regione “che ha trasformato i sacrifici delle sue popolazioni in pregio attraverso la valorizzazione delle usanze popolari, dell’arte e della cristianità”. “Il desiderio di portare il presepe a piazza San Pietro ha avuto una grande partecipazione – ha detto il direttore generale dell’Apt Basilicata, Gianpiero Perri –. Portare questa dimensione culturale in Piazza San Pietro, ai piedi del Papa è molto importante per il popolo di Basilicata perché afferma e rafforza il forte legame con la spiritualità”. Perri definisce la presenza lucana nella città del Santo Padre “sobria ma intensa”. “Credo sia un avvenimento storico per la Basilicata – conclude – Perché questo patrimonio comincia ad essere sempre più dissepolto”.

Share Button