A Matera istituita la biblioteca storica dell’agricoltura.

Matera – “Un fondo storico di grande pregio comprendente arredi d’epoca, strumentazioni tecnico-scientifiche e circa quattromila testi e volumi, attinenti la fitopatologia e le altre discipline agrarie, molti dei quali in copia unica e di notevole interesse storico e didattico, rivenienti dalla ex Cattedra Ambulante di Agricoltura di Matera e dal disciolto Ispettorato provinciale Agricoltura di Matera saranno presto disponibili al pubblico”. Su proposta dell’assessore alla Cultura, Vincenzo Viti, la Giunta regionale ha istituito a Matera la Biblioteca Storica dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale di Basilicata. Lo ha reso noto l’ufficio stampa della Giunta specificando che “la struttura è intitolata a Vincenzo Valicenti (Rotondella 1920 – Matera 2007) che ha operato a favore del mondo agricolo lucano nel suo ruolo di pubblico funzionario nei segmenti della divulgazione agricola, dell’associazionismo, dell’innovazione tecnica, e della fitopatologia. “Abbiamo ritenuto opportuno – ha detto Viti attraverso l’ufficio stampa – di istituire formalmente, presso la sede di Matera del Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata la Biblioteca Storica dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale di Basilicata poiché la gestione di tale pregiato materiale storico richiede una particolare competenza nella tenuta e custodia, già acquisita e svolta sin dal 2002 da funzionari facenti capo a questa struttura. Tale biblioteca tecnica – aggiunge Viti – può e deve essere incrementata con le riviste specializzate che pervengono all’Ufficio Fitosanitario ed alle altre strutture Dipartimentali, nonché dagli acquisti di testi a carattere scientifico attinenti al settore agricolo e fitosanitario”. Nel comunicato è specificato che “l’accesso al pubblico, l’aggiornamento, la catalogazione e la manutenzione del materiale saranno anche curati dall’Ufficio Fitosanitario di Matera senza oneri aggiuntivi a carico della Regione”.

Share Button