Grande successo per la prima edizione di “Cani in festa”

Un momento della manifestazione

MATERA – Un successo inaspettato, che premia un team affiatato e animato dalla voglia di far bene. Sono stati circa mille i partecipanti alla prima edizione di “Cani in Festa”, la prima edizione della mostra amatoriale canina svoltasi ieri pomeriggio, a Matera, nello stadio XXI Settembre. Specialisti, appassionati, curiosi e amanti degli amici a quattro zampe, molti anche provenienti dalla vicina Puglia, hanno affollato la tribuna fino alle fine per scoprire i vincitori delle cinque categorie in concorso, per un totale di circa 150 cani iscritti, principalmente di razza anche se non sono mancati i meticci.

Cuccioli di razza; adulti di taglia piccola, media e grande, sono stati valutati e premiati, tre per categoria, da una giuria tecnica qualificata. A questi trofei, poi, si sono aggiunti quelli del “Premio simpatia”, assegnato da una giuria di bambini, del “Best in show”, ovvero del cane migliore tra quelli di razza iscritti alla manifestazione e, ancora, il simpatico riconoscimento del “Tali e quali”, con cui si è premiata l’accoppiata più somigliante cane-padrone. Ad intervallare le varie sfilate, tra l’altro, ci sono state le dimostrazioni di controllo, ubbidienza e difesa della squadra cinofila del Comando provinciale di Matera dei Vigili del Fuoco, coordinata da Gianni Antezza, che hanno illustrato anche le tecniche di ricerca e rinvenimento da parte dei cani di dispersi durante le calamità e, ancora, della scuola cinofila “Well dog” di Gravina, coordinata dal campione del mondo 2011 di addestramento, Salvatore Loverre.

Spazio, all’inizio della manifestazione condotta da Saverio Pepe e Sergio Palomba, anche alla sensibilizzazione sui temi dell’adozione, della dotazione di microchip e della sterilizzazione dei cani affidata alle voci di Massimo Locapo, della società “Argo”, che gestisce il canile comunale di Matera, e della veterinario, Annamaria Guerricchio. Questi, d’altronde, erano gli scopi principali degli organizzatori, Pasquale Falvella del negozio specializzato “Qua la zampa” coi suoi collaboratori e Giuseppe Petragallo: contrastare il fenomeno dell’abbandono dei cani, tristemente noto soprattutto in estate, diffondere la cultura dell’iscrizione all’anagrafe canina, della sterilizzazione come prevenzione del randagismo e, ancora, dell’uso dei sacchetti per la raccolta degli escrementi, consegnati come gadget ai partecipanti.

Un’azione, quest’ultima, condivisa anche dai commercianti di via Annunziatella, che hanno sponsorizzato l’iniziativa, particolarmente toccati dalla problematica dell’escremento selvaggio che c’è da augurarsi, nella prossima edizione di “Cani in festa”, sia definitivamente archiviato.

 

Share Button