A Matera la Festa della Bruna dei bambini

Un momento della manifestazione

Matera. C’erano la banda, i rappresentanti del clero, le autorità, le forze dell’ordine, i cavalieri, gli assalitori ed il popolo. Protagonisti, ottantadue bambini dai 3 ai 5 anni della scuola dell’infanzia “L’Albero Azzurro” di Matera che sabato nella Masseria del Pantaleone hanno riproposto tutte le fasi salienti della Festa della Bruna, dalla processione alla distruzione del carro in cartapesta realizzato in scala ridotta da Giancarlo D’Ercole. Una tradizione secolare vissuta intensamente dai piccoli figuranti in grado di trasmettere tutta l’adrenalina e le emozioni vissute il giorno del 2 luglio. Un’indimenticabile esperienza vissuta in prima persona, quale miglior modo per scoprire la vera essenza della festa patronale della città. Una rappresentazione incentrata sulla cultura e sulle tradizioni di una festa ricca di storia, usi, momenti spirituali e festosi. Ottimo il lavoro delle insegnanti che al di fuori di una struttura scolastica, e sarà stata impresa ardua, sono riuscite a tenere bada quasi cento bambini così piccoli ma coinvolti nel modo giusto per un ottima riuscita dell’evento, dopo mesi prove e racconti sulla festa ed un’adeguata preparazione dal punto di vista spirituale con il supporto di don Vincenzo Di Lecce. Genitori, nonni e amici hanno assistito alla rappresentazione con grande entusiasmo girando video e scattando foto ricordo. Presenti anche i rappresentanti istituzionali della città che hanno condiviso a pieno l’iniziativa proposta dalla cooperativa “Il Puzzle”. E come da tradizione, dopo lo strappo del carro, sguardi all’insù per i fuochi pirotecnici.

 

 

 

 

 

Share Button