Lo Studio Arti visive ricorda Rafael Alberti

Ritagli di giornale del '73

MATERA – Non solo Pascoli. Alla vigilia della Settimana della Cultura, che a Matera vedrà come centrali le celebrazioni per il centenario della morte del grande poeta romagnolo, l’artista Franco Di Pede ha voluto ricordare anche un’altra grande figura culturale transitata per la città dei Sassi. Si tratta di Rafael Alberti, poeta e pittore spagnolo che visse per 38 anni in Italia, da dissidente del regime franchista e attivista per la libertà dei popoli. Alberti giunse a Matera su invito proprio di Di Pede, che questa mattina, in una conferenza stampa informale presso lo Studio Arti visive, ha ripercorso le vicende susseguitesi nel ’73, fino al 14 aprile di quell’anno, quando la città lo accolse nella sala conferenze della Camera di Commercio, in un evento presentato da Mario Trufelli e Giovanni Caserta, quest’ultimo presente anche all’incontro coi giornalisti, che ne illustrarono il lavoro, l’opera e la personalità. Alberti, poi, incantò il pubblico recitando alcune sue poesie. L’artista spagnolo, dopo un corposo rapporto epistolare con Di Pede, avviato grazie alla conoscenza comune dei Romano, fratelli stampatori della Capitale, a Matera ricordò la figura di Pablo Picasso, del quale era amico e frequentatore, con una mostra proprio nello Studio Arti visive. Era la Settimana della Cultura spagnola, promossa da Di Pede insieme al circolo La Scaletta, dove invece esponeva, contestualmente, José Ortega. Nello Studio Arti visive, questa mattina, era esposta un’opera pittorica di Rafael Alberti, che a Matera dedicò anche la poesia “Vivo fantasma”, unitamente a testimonianze fotografiche e documenti relativi alla sua visita, gelosamente custoditi da Di Pede che, ha annunciato, presto collocherà una ceramica con una colomba disegnata dall’artista su via delle Beccherie, fuori dall’atelier. Una riproduzione dello stesso disegno sarà poi incastonata anche in una scultura presente nel giardino della chiesa di San Vincenzo De’ Paoli al borgo La Martella.

Share Button