Al via “Materadio”, la tre giorni di Radio3 nella città dei Sassi

Il logo di Materadio

MATERA – Diciotto eventi in tre giorni e in tre location diverse, condotti e coordinati da una squadra di 40 dipendenti Rai. In attesa di conoscere quelli delle presenze di visitatori e turisti, i numeri principali di “Materadio” sono questi. La festa di Radio3, organizzata dal Comune di Matera, dall’Apt, con la collaborazione della Banca Popolare del Mezzogiorno, il Consorzio del Pane di Matera, “Ideama”, e “L’Abbondanza lucana”, comincia oggi e si conclude domenica prossima. Tre giorni di eventi e spettacoli dal vivo, aperti al pubblico e gratuiti, trasmessi in diretta dal terzo canale radiofonico pubblico per raccontare all’Italia la città dei Sassi e il suo territorio, con il taglio sofisticato tipico delle trasmissioni di Radio3, anche in funzione della candidatura di Matera a Capitale europea della Cultura. Il quartier generale di Radio3, in questo week-end materano, sarà nella neo-inaugurata Casa Cava, dove è stata allestita la regia per la diretta e dove si svolgeranno alcuni degli eventi in cartellone, in programma anche nella vicina piazzetta San Pietro Barisano e nel Parco del Castello, tenuto a battesimo proprio da questa manifestazione. Oggi, però, la kermesse di apre dalla piazzetta di San Pietro Barisano, dove dalle 14:30 si esibisce il quintetto del pianista e compositore cinematografico lucano, Rocco De Rosa. A seguire, nella Casa Cava, dalle 15, puntata di Fahrenheit, la trasmissione di Marino Sinibaldi dedicata ai libri e, oggi e domani, dedicata a Matera raccontata da scrittori, artisti e animatori culturali del luogo. Alle 16:50, poi, sempre nella piazzetta di San Pietro, Ulderico Pesce porta in scena il suo monologo “L’innaffiatore del cervello di Passannante”, dedicato alla figura dell’anarchico lucano, accompagnato dalle musiche arbëreshë dal vivo dei VioClaBass. Lungo e gran finale di prima giornata, poi, nel Parco del Castello, dove alle 19 si esibisce TuboLibre, il quartetto del musicista pugliese Gianluca Petrella, un nuovo progetto tra blues, jazz e tentazioni rumoristiche, da non perdere, come l’appuntamento delle 21:30 con Toni Servillo. Il grande attore rilegge Napoli nei testi di Di Giacomo, De Filippo, Russo, Viviani, Borrelli e Moscato, prima di lasciare spazio, alle 22:30, al fratello cantante Peppe che, insieme al sassofonista Javier Girotto e al pianista Natalio Mangialavite, porta in scena Futbol, spettacolo musicale ispirato al gioco del calcio. E per domani cresce l’attesa di Franco Battiato, che proporrà un progetto espressamente creato per Radio3, alle 21:30, sul Parco del Castello, anche in caso di pioggia. Il Comune raccomanda di raggiungere lo spazio con largo anticipo però, perché una volta raggiunta la capienza sarà vietato l’accesso. Per tutti coloro che arrivano da fuori sono stati istallati, agli ingressi della città, apposti cartelli che indirizzano verso le aree di parcheggio. Presso tutti i parcheggi volontari della protezione civile distribuiranno una mappa con le indicazioni per raggiungere il parco. Ai materani, invece, è raccomandato di ridurre allo stretto necessario l’accesso al centro con l’auto.

 

Share Button