Tutto esaurito per “Lo sguardo di un grillaio”

Un momento dello spettacolo

MATERA – Se il grillaio potesse raccontare il territorio murgiano e rupestre che sorvola, come interprete sceglierebbe sicuramente Massimo Ottoni. L’artista della sabbia, con le sue straordinarie performance visuali, è stato l’ospite d’onore de “Lo sguardo di un grillaio”, il progetto spettacolo ideato dall’Onyx jazz club e dalla Fondazione Zetema, e finanziato dalla Fondazione per il Sud, andato in scena venerdì scorso in un auditorium “Gervasio” mai così tutto esaurito, al punto che numerosi curiosi sono stati costretti a desistere dal calarsi nell’affascinante atmosfera della Murgia, con i suoi suoni e le sue immagini. Il videoperformer ha mosso la sua abile mano ritmandola sui riarrangiamenti di musica tradizionale e popolare lucana eseguiti dai diciannove elementi dell’Orchestra della Murgia, nella sua serata-battesimo, diretti da Oscar Del Barba. Immagini emergenti dalla sabbia, frutto della visione privilegiata di questo piccolo rapace che popola i cieli della Murgia, suggestioni visive mescolatesi perfettamente ad un contesto musicale di altissimo livello, non prettamente d’atmosfera jazz, come l’inserimento dello spettacolo nel cartellone del “Gezziamoci” avrebbe potuto far intendere, ma con divagazioni blues e emozionanti momenti popolari, scanditi dalla cupa-cupa di Rino Locantore e dalla voce di Delia Delia. Il pubblico, oltre che con la straordinaria partecipazione, ha premiato con l’apprezzamento e gli applausi, ecco perché una replica, anche in futuro, sarebbe auspicabile. Della serata di venerdì, comunque, sarà presto realizzato un dvd, prodotto proprio dall’Onyx.

Share Button