Primi passi verso il Parco di Pietrapenta

La cripta del Peccato Originale (foto basilicatanet.com)

MATERA – Primi passi per la realizzazione del Parco naturale e archeologico di Pietrapenta. La Fondazione Zetema, nei giorni scorsi, ha annunciato di aver consegnato i lavori di sistemazione e di riqualificazione della strada di accesso all’omonimo insediamento monastico benedettino e alla Cripta del Peccato Originale, nota come “la Cappella sistina del rupestre”. L’intervento renderà più agevole la visita del prestigioso sito rupestre e consentirà di raggiungere il margine del torrente Gravina di Picciano, condizione fondamentale per il successivo collegamento all’insediamento monastico. Allo stesso tempo, infatti, si potrà avviare il recupero ambientale di un’ansa della Gravina sulla cui sponda, rivolta a sud, giace abbandonato, e in parte sepolto, il complesso di grotte un tempo adibito a monastero benedettino.

Share Button