Martelive: vincono i Mamma Cannibale.

MATERA – Ultimo atto, per il concorso musicale Martelive, giovedì sera, nel piazzale antistante il Vicolo Cieco, a Matera. Tre band in finale: Sismica, Mamma Cannibale e Theta e Magus, selezionate, nel mese di giugno, per sei venerdì consecutivi, tra le 16 iscritte. Cinque brani inediti a testa, per farsi giudicare da una giuria tutta materana, ossia: i giornalisti Franco Martina e Michele Capolupo, il produttore Domenico Bruno ed il musicista Francesco Paolicelli. A mescolarsi, nella serata: l’alternative rock del trio miglionichese dei Sismica, composto da Francesco Uricchio, Claudio Munno e Francesco Acito; il folkpsych del duo Theta e Magus, e poi, la carica esplosiva dei Mamma Cannibale, trasversali a diversi generici, con la peculiarità di aver caratterizzato la loro presenza scenica indossando delle tute color arancio. Essenzialmente tre, i parametri che hanno valutato i giurati per la proclamazione del vincitore, ossia: presenza scenica, arrangiamenti e spendibilità a livello discografico. Alla fine, l’hanno spuntata proprio i Mamma Cannibale con il loro rock irriverente ed eclettico e testi tra l’italiano e l’inglese. Per loro, ora, c’è l’occasione, non da poco, di esibirsi nella finale romana del 8, 9, 11 settembre, oltre alla possibilità, in caso di vittoria in terra capitolina, di usufruire della produzione di un videoclip musicale. La manifestazione, da circa dieci anni, dà la possibilità, a tanti gruppi locali, di esibirsi in un concorso a valenza nazionale; quest’anno, ha scelto la città di Matera grazie all’impegno degli organizzatori Nando Irene e Stefania Novembre. Anche il materano Beppe Porcari, in arte DJ Base Shaker, passa le selezioni regionali e si esibirà, nella città eterna, nel mese di settembre. Un’altra buona occasione per la città e per la regione di elevare i suoi talenti.

Share Button