- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

"Le identità artefatte" di Dario Ballantini in mostra da "Galleria Albanese arte" a Matera.

Dario Ballantini

MATERA – Recitazione e pittura, due carriere che si rincorrrono nella vita di Dario Ballantini, noto al grande pubblico come l’istrionico trasformista della fortunata trasmisssione TV “Striscia la notizia”. E continua a giocare sull’uomo e sulla sua personalità anche nella sua ultima personale di pittura, presentata, sabato sera, presso la “Galleria Albanese” a Matera dal titolo “Identità artefatte”. “Colori decisi, violenti, intensi che costringono l’individuo in una realtà tragicomica”, così spiega l’artista, “imponendogli le sue regole economiche e consumistiche difficilmente gestibili”. Volti non identificabili tra le screziature dell’ambiente. Dal punto di vista squisitamente accademico, nasce prima la carriera pittorica, in quanto frequenta il liceo artistico, ma l’inclinazione attoriale accompagna parallelamente, e da sempre, quella per l’arte visiva, iniziata con l’ammirazione verso maestri del calibro di Alighiero Noschese ed Ettore Petrolini. Ed è esattamente dal 1984 che Ballantini utilizza inmaniera alternata il linguaggio televisivo e quello pittorico per esplorare e finalizzare la sua creatività. “La pittura”, a differenza della televisione, spiega, “quando comunica lo fa per sempre ed il suo messaggio è trasversale ai tempi; quello che passa dall’etere, invece, molto spesso, è usa e getta”.

 

Share Button