Souvenir in tufo per promuovere Matera

Matera. Il recupero di una tradizione, di una cultura e la possibilità di nuove frontiere lavorative attraverso il segno di un oggetto. Dalla collaborazione tra il professor Franco Di Pede e i giovani talenti artigiani di Progetto Arte sono stati realizzati sei esemplari in tufo: il libro, ovvero la storia di Matera scritta nel tufo, con la riproduzione dei Sassi in argento e la possibilità di personalizzarlo nelle dimensioni e nelle incisioni, il totem, simbolo della cave del materano e la croce gigliata, emblema delle nostre chiese rupestri. Con gli stessi soggetti sono state inoltre realizzate tre cartoline con incise sul retro citazioni di Carlo Levi, Giovanni Pascoli e Cesare Brandi. Tutti arricchiti da elementi in argento prodotti da artigiani materani. Su disegni dell’artista Di Pede, la nuova produzione in tufo sarà realizzata e distribuita da Progetto Arte. L’obiettivo è far si che questi souvenir entrino in primis nelle case dei materani, ma che poi oltrepassino i confini territoriali, fino a diventare il simbolo della città dei Sassi. A supportare la commercializzazione che sarà presto avviata anche gli enti locali, in particolare la Camera di Commercio e la Confartgianato. I rispettivi presidenti, Angelo Tortorelli e Rosa Gentile,  durante la presentazione dei sei esemplari in tufo, dopo aver lodato l’impegno e l’operato dei ragazzi di Progetto Arte che tanto stanno facendo per la promozione del territorio e la sua rinascita economica, hanno garantito la completa disponibilità di spazi e risorse. Il tufo, adeguatamente valorizzato, attraverso le sue espressioni artistiche, può costituire, infatti, una delle principali attività dell’industria locale.

 

Share Button