Si è concluso il festival “Fatevi i corti vostri”

Matera. Sono stati premiati sabato sera i vincitori degli shorts – film in concorso nella terza edizione del festival degli audiovisivi “Fatevi i corti vostri”. La kermesse, organizzata dall’associazione culturale “I Basilischi” in collaborazione con la Mediateca Provinciale “Ribecco”, ha preso il via il 27 settembre scorso a Matera e in contemporanea in altri otto comuni della provincia, Aliano, Colobraro, Rotondella, Craco, Miglionico, Policoro, Valsinni e Tricarico. Inserito nel circuito BasilicataCinema – il network lucano del cinema di qualità – l’edizione appena conclusa ha seguito il tema “Mediterraneo: Migrazioni di idee e di persone” . Una giuria popolare, mediante apposite schede, per le sei giornate del festival ha selezionato i lavori più belli che hanno avuto accesso alla serata finale in cui una giuria tecnica ha decretato per ciascuna categoria il vincitore del premio “La coccinella d’oro”, ovvero Giovanni Maria Quinti con “El sueno de Rosetta” per la categoria storie, “Menosa acà, menosa allà” per quella “Urban”, “La sinfonica sociale” di Nicola Palmieri per i “Videoclip”, mentre per i “Videoarte” si è aggiudicato il primo premio “Home” di Francesco Filippi; per la categoria “Scuola” premiato Vito Palumbo con “Una mela al giorno”, per la categoria “Mediterraneo” “I colori della memoria” di Maurizio Marzolla. Premio Mediateca Provinciale “Angeli Caduti” di Antonio Ruocco. Questi i vincitori della kermesse, tra oltre 400 cortometraggi candidati. L’interazione con altre discipline artistiche ha contraddistinto il festival “Fatevi i corti vostri” con numerosi appuntamenti collaterali come la presentazione di “Un gioco proibito”, il primo libro della giovane scrittrice materana, Nancy Citro, e le mostre “Frammenti di cinema”, con le singolari opere di collage del perugino Paolo Mirmina e “Mosaico e Readymade” curata dall’artista materana Paola Di Serio. E ancora il corso gratuito “lo storyboard tra cinema e fumetto” , le magie del trucco cinematografico illustrate da Paola Mattiace e gli “Itinerari della notte”, una passeggiata notturna tra le location cinematografiche nei rioni Sassi. A chiudere il festival, nella giornata di ieri, il primo “Writers contest lucano”, una gara di graffiti che è stata anche una grande festa con protagonisti i giovani, uno stimolo per rilanciare un modello di fruibilità ed interattività degli spazi pubblici, partendo da Matera, città patrimonio dell’Unesco. La competizione ha avuto come tema il “Mediterraneo”, da rappresentare attraverso dei “puppets”. Alla fine dell’esibizione una giuria ha decretato il vincitore il cui premio consisterà nella realizzazione di un murales permanente presso la sede del centro benessere “Light”, a Matera.

Share Button