Taranto, fiaccolata per Angelo: “Dal 2012 sette vittime dell’acciaio”

Dal 2012, anno dei sequestri degli impianti Ilva, si contano sette morti bianche.

L’ultimo della lista è Angelo Fuggiano, morto il 17 maggio scorso, mentre lavorava al quarto sporgente del Porto di Taranto per la Ferplast, ditta dell’indotto Ilva. E’ stato ricordato con una fiaccolata da amici, parenti e cittadini, residenti del quartiere Tamburi (dove viveva Angelo) e non solo.

Manifesto della fiaccolata il disegno (omaggio di Fabrizio Tarantino, amico di Angelo e altre vittime) raffigurante i volti di Angelo Fuggiano, Francesco Zaccaria, Giacomo Campo, Alessandro Morricella, Mario Amodio, Claudio Marsella, Ciro Moccia.

Share Button