Autovelox incastra un barese: era intestatario di 8 veicoli con targhe e telai fantasma

Risultava proprietario di 8 veicoli, ma le intestazioni erano fittizie. E’ stato scoperto dalla polizia di Bari un uomo ultrasessantenne barese. Tutto è iniziato da un rilevamento con autovelox sulla SS16 del maggio scorso di un’auto che viaggiava a 153 km/h, ma la targa contraffatta nei caratteri alfanumerici era associata ad un altro veicolo. Grazie alla ricostruzione delle immagini con l’utilizzo di software specifici per tali indagini, gli uomini della Polizia Locale sono riusciti a ricostruire la vera targa del veicolo e il responsabile della violazione. Dalle indagini, e a seguito degli accertamenti svolti nei mesi successivi, il proprietario del mezzo è risultato intestatario fittizio di altri 7 veicoli (5 autovetture e 2 autocarri), e tra questi, due delle autovetture rintracciate risultavano con targhe contraffatte e con telai di veicoli non corrispondenti ai dati di immatricolazione. L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per induzione in errore del pubblico ufficiale poiché determinava un falso ideologico nelle trascrizioni nei Pubblici Registri oltre all’addebito di diverse violazioni previste dal codice della strada. Quasi tutti i veicoli finora rintracciati risultavano aver circolato senza coperture assicurative. Grazie all’intuito investigativo sono stati sottratti dalla circolazione 8 veicoli che potenzialmente potevano essere utilizzati per attività criminose. Quello delle intestazioni fittizie è un fenomeno sempre più diffuso e spesso sottende pratiche di occultamento di beni di proprietà di soggetti sconosciuti al fisco, che pur non essendone proprietari, li utilizzano avendone la materiale disponibilità.