Mafia: guerra fra clan Vulture-Melfese, sentenza di appello

Potenza, 12 feb – La Corte d’assise d’appello di Potenza ha rideterminato parte delle pene – stabilite in primo grado nel 2017 – in relazione alla “guerra tra clan” nel Vulture-Melfese: in Corte d’assise le condanne, per sette persone, erano state complessivamente a 59 anni e quattro mesi, mentre in secondo grado gli anni di reclusione sono 52.

La Corte ha quindi dichiarato l’avvenuta prescrizione per alcuni reati, confermando due condanne (a 20 e a nove anni) e rideterminandone altre quattro.

L’inchiesta della Procura del capoluogo lucano riguardava una serie di omicidi, rapine, appalti ed estorsioni nel Vulture-Melfese, a partire dalla metà degli anni ’90, e le attivita’ dei clan “Delli Gatti-Di Muro” e “Cassotta“: le indagini si concentrarono, in particolare, sulla disponibilita’ di armi dei due clan e dei loro affiliati (molti dei quali coinvolti anche in altri processi), una serie di omicidi frutto di una “guerra” tra i gruppi criminali della zona. (ANSA)