Bari, maxisequestro di botti illegali: oltre 15 chili di materiale esplodente

Erano pronti per essere utilizzati durante le feste. La polizia locale di Bari ha sequestrato 15 chili di fuochi pirotecnici illegali. Si tratta di 6113 fuochi d’artifici, petardi e razzi, non a norma che stavano per essere venduti prima dell’intervento degli agenti. In particolare, nei quartieri Libertà, Carrassi-S.Pasquale, Picone- Poggiofranco, Japigia, sono state individuate e sequestrate diverse batterie di fuochi pirotecnici, sprovviste della prevista licenza di Pubblica Sicurezza per la commercializzazione, nonché alcuni ordigni di fabbricazione artigianale. Il materiale sequestrato è stato avviato alla distruzione proprio per l’elevata pericolosità degli artifici artigianalmente confezionati, mentre i soggetti trasgressori sono stati sanzionati per la vendita abusiva.

“La polizia locale – come affermato dal Comandante Generale, Michele Palumbo – intende colpire non solo le attività e i guadagni illeciti e salvaguardare il rispetto delle regole e della legalità economica, ma anche tutelare i cittadini dal rischio di acquistare prodotti pericolosi e di dubbia provenienza”.

I Controlli a tappeto anti-botti illegali e ritenuti pericolosi proseguiranno senza soluzione di continuità anche nelle prossime giornate. Nell’ambito dei controlli del territorio, con l’approssimarsi delle festività, sono state sanzionate due paninoteche nel centro murattiano. E’ stato sequestrato anche un un veicolo per mancata copertura assicurativa. Accertamenti, ancora in corso, per alcuni esercenti sorpresi a somministrare e vendere bevande in bicchieri di vetro e bottiglie in spregio all’ordinanza del Sindaco Antonio Decaro.