Taranto, traffico illecito di rifiuti: zio e nipote arrestati

Taranto, 9 dic – Un 58enne e un 28enne di Lizzano (Taranto), zio e nipote, sono stati arrestati e posti ai
domiciliari dai carabinieri in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della Procura, per traffico di rifiuti e attività illecite di sversamento di liquami su vari terreni agricoli dei comuni limitrofi.

 

I militari hanno accertato che il 58enne, in qualità di amministratore, e il 28enne, quale operaio della
ditta che si occupa di servizi ecologici, a bordo delle autobotti per lo spurgo dei pozzi neri, effettuavano lo sversamento illecito dei liquami, costituiti da reflui urbani, di provenienza domestica, su terreni delle campagne dei comuni
di Sava, Torricella, Lizzano e Fragagnano, arrivando persino a minacciare i proprietari. Per questo rispondono anche di violenza privata. (ANSA)