Taranto, i commissari straordinari depositano denuncia contro ArcelorMittal

I commissari straordinari di Ilva, “hanno consegnato – si legge in una nota – nelle mani del Procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo e del procuratore aggiunto Maurizio Carbone” l’esposto denuncia, ipotizzando nei confronti di Arcelor Mittal la violazione dell’art.499 del codice penale. Articolo che punisce con la reclusione da 3 a 12 anni o con una multa non inferiore circa 2.000 euro “chiunque, distruggendo materie prime o prodotti agricoli o industriali, ovvero mezzi di produzione, cagiona un grave nocumento alla produzione nazionale” e quindi all’economia del nostro Paese, “o fa venir meno in misura notevole merci di comune o largo consumo”. Per sostenere tale ipotesi di reato nella denuncia si fa riferimento al fatto che il processo messo in atto da parte del gruppo franco-indiano di abbassamento della produzione degli impianti e di riduzione del loro calore li può danneggiare e si sottolinea che lo stabilimento di Taranto è strategico dal punto di vista nazionale “ex lege”.

Share Button