A.Mittal: Furlan, decreto strada più breve per scudo penale

E’ “condivisibile l’appello del governo a rimanere uniti, ma è importante che tutti remiamo nella stessa direzione. Il Paese deve scegliere da che parte sta.

Credo che la via legale sarebbe troppo lunga ed alla fine ci ritroveremmo la fabbrica chiusa. Dobbiamo invece privilegiare un percorso che mantenga in vita la fabbrica e la produzione di acciaio nel nostro Paese”.

Lo ha affermato la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso del tavolo a Palazzo Chigi su ArcelorMittal. “Proprio per questo credo che il governo debba sgombrare subito il campo dalla questione dello scudo penale.

Il decreto è la strada più breve per togliere definitivamente dal tavolo quella questione che ha animato per tanto tempo il dibattito”, ha detto. Questo “anche per impedire speculazioni da parte di ArcelorMittal e nella eventualità che altri soggetti si ritrovino nelle stesse condizioni. La certezza delle regole – ha sottolineato Furlan – è una condizione imprescindibile per l’attuazione degli investimenti soprattutto
da parte di soggetti internazionali.

E’ importante che il governo abbia detto stasera di essere disponibile ad investimenti aggiuntivi sul piano tecnologico. Questo può
aiutare a riaprire un confronto con ArcelorMittal”.(ANSA).

 

Share Button