Bari, operatori sanitari ubriachi nell’Ospedale Di Venere. Montanaro: “Bisogna verificare responsabilità”

Quattro operatori sanitari dipendenti dell’Asl di Bari si sono presentati ubriachi al lavoro, nell’ospedale Di Venere di Bari. Gli episodi, segnalati da alcuni pazienti e medici, sono confermati dal direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, che all’ANSA spiega: “Si tratta di verifiche che vengono svolte regolarmente, il sistema di sicurezza ha intercettato quattro casi e ha gestito la situazione”. “La direzione dell’Asl Bari – precisa – ha aperto una procedura interna per verificare le responsabilità”. E’ stato Alessandro Sansonetti, direttore del presidio ospedaliero Bari Sud (che raggruppa Di Venere e ospedale Fallacara di Triggiano), a trasmettere lo scorso 25 ottobre ai direttori delle unità operative una circolare interna: “Nonostante i divieti imposti dalla vigente legislazione in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e le raccomandazioni emanate nel corso degli anni – si legge – sono giunte notizie a questa direzione di personale sanitario che si presenta sul posto di lavoro in evidente stato di ebbrezza. Si ricorda che per i lavoratori della sanità vi è assoluto divieto di assunzione di bevande alcoliche prima e durante il lavoro”. Al momento non risultano essere state comminate sanzioni.

Share Button