Prostituzione a Matera, Villa Paradiso: interrogatorio di garanzia

 

 

 

Vito Antonio Paradiso, agli arresti domiciliari a Matera nell’ambito di un’inchiesta sullo
sfruttamento della prostituzione, si è avvalso della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio di garanzia che si è svolto oggi. Lo hanno reso noto gli avvocati Francesco Antonio Auletta
e Salvatore Intoccia, difensori dell’indagato.
I due legali hanno sottolineato che il loro assistito “si ritiene estraneo ai reati contestati” ed è “in attesa di conoscere nei dettagli le indagini”. Nell’inchiesta è coinvolta anche una donna di nazionalità colombiana che – secondo l’accusa – inviava prostitute in una villa di Paradiso situata alla periferia di Matera, dove avvenivano gli incontri con i clienti.

Share Button