Foggia, picchia ed estorce denaro ai genitori 70 enne

a rotto il braccio alla mamma pur di ottenere soldi per comprare alcool e droga. È quanto accertato dagli agenti della Squadra Mobile che hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato del nord Italia residente a Foggia, con l’accusa di estorsione aggravata e maltrattamenti in famiglia.

Stando a quanto ricostruito dai poliziotti, l’indagato con problemi di dipendenza da droga e alcol dall’età di 15 anni, già da diverso tempo sottoponeva a veri e propri maltrattamenti, fisici e verbali, i genitori ultra settantenni.

Gli agenti sono riusciti ad accertare le vessazioni sia attraverso i referti medici sia attraverso le richieste di soccorso per sedare le liti in famiglia. In una circostanza – affermano gli inquirenti – durante un pestaggio l’indagato ha rotto l’avambraccio alla madre procurandole anche vistosi lividi sulle gambe.

I due genitori, ormai esasperati, il 18 giugno scorso si sono presentati in Questura per sporgere denuncia. Il Gip del tribunale di Foggia ha emesso il provvedimento cautelare “in ragione della gravità e dell’abitualità della condotta contestata, unitamente alle condizioni di dipendenza da alcool e droga in cui versa l’indagato, oltre ai precedenti da cui è gravato, sussistendo il pericolo concreto e attuale di reiterazione di condotte criminose analoghe a quelle contestate”.

Share Button